L’OSPEDALE SCENDE IN PIAZZA PER L’UDITO

L’OSPEDALE SCENDE IN PIAZZA PER L’UDITO DOMENICA IL SORDO PRIDE DAY Ritorna a Udine “Nonno Ascoltami, la campagna di prevenzione per l’udito” E’ giunta ormai alla decima edizione la campagna nazionale di screening gratuiti dell’udito “Nonno Ascoltami! – L’Ospedale in Piazza”, che farà tappa anche a Udine. L’evento, patrocinato dalla Presidenza del Consiglio e dal Ministero della Salute, che ogni anno porta in piazza il suo messaggio di prevenzione sull’udito, arriva nel capoluogo friulano domenica 29 settembre in Piazza San Giacomo dalle 8 alle alle 19. Un’intera giornata dedicata alla prevenzione e rivolta alla cittadinanza, soprattutto alla fascia più anziana della popolazione. Anche Udine ospita questa importante iniziativa che punta l’attenzione a un problema quello uditivo, spesso sottovalutato ma che può essere altamente invalidante, soprattutto dal punto di vista della socialità perchè non sentire porta all’isolamento. Da qui l’importanza di sensibilizzare la cittadinanza e, soprattutto, di fare prevenzione ed è questo l’obiettivo di “Nonno ascoltami”. Nel salotto buono della città, per tutto il giorno, saranno presenti gli otorinolaringoiatri dell’Azienda sanitaria universitaria integrata di Udine con il direttore della Soc di otorinolaringoiatria, il dottor Marco Piemonte a coadiuvare le prove dell’udito gratuite effettuate dagli audioprotesisti messi a disposizione da Maico, partner tecnico dell’iniziativa. “La sordità ha un’incidenza di oltre il 12% nel nostro Paese - spiega Corrado Canovi, segretario dell’associazione europea audioprotesisti - c’è la necessità di ridurre l’impatto della sordità che, oltre a causare disturbi di carattere sociale, crea alterazioni del tratto el comportamento e dell’ansia. Quindi è necessario procedere con una forte campagna di sensibilizzazione e prevenzione. Nonno ascoltami nasce dalla consapevolezza del mondo del deficit uditivo. Portare in piazza il controllo dell’udito - aggiunge - serve proprio per seguire quella politica che è l’emersione del problema e della naturalezza della soluzione. A volte la risposta allo stigma è l’apertura in piazza: un sordo pride”.